AVENA

L’AVENA è “sistema di trasferimento dell’autotrapianto osteocondrale”. È uno dei due tipi di procedure di trasferimento della cartilagine e l’altra procedura è “Mosaicplasty”. Le procedure di trasferimento della cartilagine comportano lo spostamento della cartilagine sana da un’area non portante del ginocchio a un’area danneggiata della cartilagine del ginocchio. Nella mosaicoplastica, i tappi di cartilagine e osso vengono prelevati da un’area cartilaginea sana e spostati per sostituire la cartilagine danneggiata del ginocchio. Più piccoli tappi sono utilizzati e una volta incorporato, assomiglia a un modello di mosaico, da qui il nome. Con la procedura di AVENA, le spine sono più grandi. Pertanto, il chirurgo deve solo spostare uno o due tappi di cartilagine e ossa sane nell’area danneggiata del ginocchio.

Indicazioni

L’AVENA non è raccomandata in tutti. L’AVENA è usata tipicamente per i pazienti invecchiati<50 e con danno minimo della cartilagine, solitamente a causa di trauma e cartilagine sana disponibile per trasferimento.

Procedura chirurgica

Nella procedura di AVENA, l’intervento di solito inizia con un esame artroscopico. L’artroscopia viene eseguita in una sala operatoria ospedaliera in anestesia generale. Il chirurgo fa una piccola incisione sopra il ginocchio e inserisce un artroscopio. L’artroscopio è un piccolo strumento di visualizzazione in fibra ottica costituito da una piccola lente, una sorgente luminosa e una videocamera per consentire al chirurgo di esaminare visivamente il ginocchio.

Se il chirurgo decide che la procedura può essere eseguita, l’ambito viene rimosso e viene praticata un’incisione sopra il ginocchio. Il chirurgo prepara l’area danneggiata della cartilagine. Utilizzando uno speciale strumento di carotaggio, chirurgo fa un foro nella cartilagine dimensionato per adattarsi esattamente la spina. Il chirurgo raccoglie quindi la spina di cartilagine e ossa sane dalla parte non portante del ginocchio. Questa spina viene trasferita al foro animato e impiantata nel foro preparato dell’area danneggiata del ginocchio. Nel corso del tempo, un intervento chirurgico di AVENA di successo consentirà all’osso e alla cartilagine di crescere nella zona danneggiata del ginocchio risolvendo con successo il dolore al ginocchio del paziente.

Recupero post-operatorio

  • Ti sveglierai nella sala di recupero e poi sarai trasferito di nuovo in reparto.
  • Una benda sarà intorno al ginocchio operato. Di solito sarà in grado di rimuovere questo il giorno successivo, ma lasciare le strisce steri in posizione. Questi cadranno.
  • Una volta che si sono recuperati il vostro IV sarà rimosso e vi verrà mostrato diversi esercizi da fare.
  • Il chirurgo la vedrà prima della dimissione e le spiegherà i risultati dell’operazione e cosa è stato fatto durante l’intervento.
  • Saranno forniti farmaci antidolorifici e dovrebbero essere assunti come indicato
  • È normale che il ginocchio si gonfia dopo l’intervento chirurgico. Verrai rimandato a casa con un’unità di terapia del freddo criocuff. Sollevare la gamba quando si è seduti e posizionare impacchi di ghiaccio o il criocuff sul ginocchio aiuterà a ridurre il gonfiore. (20 min 3-4 volte al giorno fino a quando il gonfiore si è ridotto)
  • Ti verrà inviato a casa con una macchina CPM (continuous passive motion) e dato istruzioni sul corretto utilizzo.
  • Puoi fare la doccia una volta rimossa la benda. Lasciare intatte le strisce steri.
  • Si prega di fissare un appuntamento 10-14 giorni dopo l’intervento chirurgico per monitorare i tuoi progressi e rimuovere le suture.
  • È importante essere conformi agli esercizi di riabilitazione per garantire un buon risultato.

Rischi e complicanze

I rischi di anestesia generale sono estremamente rari. Occasionalmente i pazienti hanno qualche disagio alla gola a causa del tubo che fornisce ossigeno e altri gas. Si prega di discutere con l’anestesista se avete problemi specifici.

Rischi specificamente connessi con l’AVENA chirurgia

  • sanguinamento Post-operatorio
  • Trombosi Venosa Profonda (TVP)
  • Infezione
  • Rigidità
  • Intorpidimento della parte della pelle vicino le incisioni
  • Lesioni ai vasi, nervi e una sindrome di dolore cronico

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.