Avvocato difensore nella morte di 7 motociclisti in incidente NH: Biker At Fault

L’avvocato del camionista accusato di omicidio in un incidente nel New Hampshire che ha ucciso sette motociclisti afferma che uno dei motociclisti era ubriaco ed è stato colui che ha colpito un pick-up e ha causato l’incidente, secondo un documento reso pubblico martedì.

Jay Duguay, l’avvocato difensore di Volodymyr Zhukovskyy, il 24enne camionista di West Springfield nell’incidente del 21 giugno, ha presentato la mozione venerdì in cerca di un’udienza per liberare Zhukovskyy su cauzione. Duguay ha sostenuto nella mozione che il conto della polizia di Stato del New Hampshire dello schianto a Randolph “era profondamente imperfetto.”

La polizia di Stato ha inizialmente stabilito che il rimorchio a pianale che stava trasportando era di 1 1/2 piedi sopra la linea centrale al momento dell’impatto, ha detto il movimento, ma lo stato ha recentemente divulgato un rapporto da una ditta indipendente di ricostruzione degli incidenti che sfida quella valutazione.

Il veicolo di Zhukovskyy viaggiava verso ovest e i motociclisti viaggiavano verso est sulla strada a due corsie. La ditta, Crash Labs, “ha stabilito che l’impatto si è verificato direttamente sopra la linea centrale” e che la moto guidata da Albert “Woody” Mazza Jr. “stava infatti sporgendo sulla linea centrale quando ha colpito il camion”, secondo il movimento.

L’impatto iniziale si è verificato tra il lato sinistro della moto di Mazza e la gomma anteriore sinistra del camion di Zhukovskyy, ha detto.

Il rapporto continua dicendo che “l’impatto ha causato una perdita d’aria catastrofica al pneumatico anteriore sinistro del camion, che ha lasciato un segno di pneumatico sulla linea centrale della strada”, dice Duguay nel suo movimento. “Questo marchio di pneumatici era stato inizialmente attribuito a una” manovra di evitamento infruttuosa ” del signor Mazza, una posizione che lo Stato da allora ha ritrattato.”

I pubblici ministeri hanno una scadenza del 10 aprile per rispondere. Il tribunale determinerà quindi se sarà programmata un’udienza sulla mozione.

“Abbiamo ricevuto la dichiarazione che è stata depositata venerdì sera e lo Stato presenterà un’obiezione scritta alla corte”, ha detto Kate Spiner, portavoce dell’ufficio del procuratore generale.

La mozione rileva che lo stato ha anche fornito informazioni che dimostrano che Mazza era stato girato guardando indietro il gruppo di piloti dietro di lui poco prima dell’incidente e che i rapporti autoptici mostrano che al momento dell’incidente, il livello di alcol nel sangue di Mazza era 0.135%, ben al di sopra del limite legale di 0.08%.

Duguay ha chiesto l’udienza in modo che Zhukovskyy potesse essere liberato su cauzione, “date le circostanze fattuali drammaticamente diverse come sono conosciute in questo momento.”

Mazza, 59 anni, di Lee, e gli altri sei morti erano membri del Jarheads Motorcycle Club, un gruppo del New England che include i Marines e i loro coniugi. Le vittime erano da New Hampshire, Massachusetts e Rhode Island.

La moglie di Mazza aveva citato in giudizio l’azienda di autotrasporti che impiegava Zhukovskyy, dicendo che lo aveva assunto per negligenza nonostante un record di guida travagliato.

Il suo avvocato, Chuck Douglas, ha detto di non aver visto il rapporto dei Crash Labs e di non poter commentare la mozione sulla cauzione.

Zhukovskyy è accusato di guida sotto l’influenza di una droga controllata o droghe. Ad agosto, la Federal Motor Carrier Safety Administration ha dichiarato che un rapporto tossicologico ha mostrato che Zhukovskyy è risultato positivo a un farmaco non specificato che lo ha reso incapace di guidare in sicurezza.

Zhukovskyy è stato incriminato l’anno scorso per molteplici accuse di omicidio colposo e guida in stato di ebbrezza. E ” stato in carcere dal e si è dichiarato non colpevole. La selezione della giuria per il suo processo è prevista per novembre.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.