COSMONI

La morte è dio nella religione dell’antica Canaan. Il nome del dio della morte era Mot, noto come Mavet in ebraico. La storia del dio degli inferi è stato portato alla luce insieme a tavolette di argilla da Ras Shamra, precedentemente noto come Ugarit, in Siria. Queste tavole erano incise con poesie ora chiamate Ciclo di Baal. Venite a conoscere Mot, dio della morte della mitologia cananea.

 Mot il Dio della Morte
Il ritratto del Diavolo nel film Spawn del 1997 è abbastanza vicino all’immagine del dio cananeo della morte
Fonte: Spawn (1997) di Todd McFarlane Entertainment

La nascita della morte

Rispetta Non manderò a morte, né saluti all’amato di El, l’Eroe.

– Ciclo di Baal

Mot, il dio della morte, era un figlio prediletto del dio supremo El. Sì, il dio della morte era tra gli Elohim, i Figli di Dio, molti dei quali si sposarono con gli esseri umani e partorirono i Nefilim (Genesi 6). Mavet era un figlio prediletto di El che il dio dei morti era spesso chiamato l’amato di Dio, il tesoro di Dio e l’Eroe. La morte ha una madre?

Sì, certo. Il dio della morte non è nato dal nulla. Mavet era figlio di El nientemeno che di sua moglie, Asherah, la dea dell’abisso. In effetti, il dio dei morti era tra i settanta dei e dee nati dall’unione divina di El (il Cielo) e Asherah (l’Abisso).

La dimora della morte

Scendi negli inferi della terra! Allora porterai la faccia verso la sua città, Hemry. Ecco, il trono sul quale siede, in mezzo al paese della sua eredità, e le guardie della difesa degli dei. Non avvicinatevi al dio della morte.

– Ciclo di Baal

Il dio dei morti governa lo Sceol, il nome dell’inferno sia per gli Ebrei che per i Cananei, che dicono che tale luogo oscuro si trova nelle profondità della terra. Sì, il dio della morte e il dio degli inferi sono la stessa cosa. La città del trono del dio dell’inferno si chiama Hemry. Presumibilmente perché il dio nell’inferno è il figlio prediletto di Dio, El ha fornito al suo caro dio degli inferi un esercito dalla difesa degli dei. In effetti, il dio della morte cananeo è immensamente potente dalla sua dimora negli inferi.

Sheol
Sheol, meglio conosciuto come Inferno, la dimora di Mot il dio della morte
Fonte: Pittura di John Martin

Il volto della morte

Un labbro alla terra, un labbro al cielo e una lingua alle stelle. Perché Baal entri nelle sue viscere e scenda nella sua bocca.

– Ciclo di Baal

La caratteristica più importante che identifica spaventosamente il dio della morte è la sua bocca. Il dio degli inferi ha una bocca larga sbadigliante, così ampia che esseri giganti come dèi possono entrare nella sua oscura profondità cavernosa e scendere nelle sue interiora.

Anche la gola del dio degli inferi è enorme e cavernosa: una voragine nera che sale dalle viscere della terra. Il dio della morte non ha bisogno di inviare messaggeri ad altri dei; il dio dell’inferno chiama semplicemente dalla sua gola, la sua voce che risuona sulla terra, le sue parole chiare e forti, che riverberano dal profondo e ampio nulla che era la gola della Morte.

Tutti sono avvertiti di avvicinarsi alla bocca del dio degli inferi, perché non uscirebbero vivi dall’ingresso spalancato. La bocca comoda del dio dell’inferno non era ampia e spaziosa per niente.

Ingresso all'Inferno
La morte è vorace, sempre affamata di esseri umani

La causa della morte

La morte non può essere soddisfatta, ma raccoglie a sé tutte le nazioni e ammassa a sé tutti i popoli.

— Abacuc 2:5

Perché tutte le persone muoiono? I Cananei dicono che la gente muore perché il dio della morte ha sempre fame. In effetti, il dio dell’inferno è infinitamente vorace. Non avvicinarti al dio degli inferi, perché Mavet ti mangerà.

La bocca nera sbadigliante del dio della morte non è sdentata. Al contrario, il dio degli inferi ti sgranocchierà come un agnello, ti schiaccerà come un bambino in bocca-anche se probabilmente saresti un piccolo boccone insufficiente per il dio dei morti. Il dio all’inferno divora anche i compagni, dei giganti.

Il dio degli inferi vuole divorare non meno del re degli dei. Non solo perché l’inferno dio vuole governare il mondo. Non semplicemente perché la Morte vuole governare sia gli dei che gli uomini. Mot ha un’ascia da macinare. Il dio della morte vuole vendicare suo fratello, che è stato ucciso da Baal, il re degli dei

La vendetta della morte

La morte si infuriò e rimandò la sua parola a Baal. Dichiarò che, poiché Baal aveva distrutto il Serpente Lotan, si sarebbe vendicato divorando Baal.

— Ciclo di Baal

Il dio degli inferi vuole spalancare la bocca, così Baal il re degli dei potrebbe scendere nelle sue viscere. Sarebbe una dolce e deliziosa vendetta per la morte del fratello del dio della morte, il Leviatano. Nessuno uccide l’amato fratello del dio della morte e farla franca vivo. Il dio degli inferi convoca Baal nella sua gola spalancata, in modo che quest’ultimo possa pagare il prezzo per aver ucciso Leviathan, il dio del mare e dei fiumi.

Il potere della Morte

La morte è salita alle nostre finestre, è entrata nei nostri palazzi, per tagliare fuori i bambini e i giovani dalle strade.

— Geremia 9:21

Baal Hadad, il dio delle nuvole e della pioggia, si rannicchiò nel suo palazzo, spaventato dal dio degli inferi. Baal sapeva che il dio della morte è il più potente. Era inutile resistere al dio dell’inferno. Baal non lo fece mai con il Leviatano, ma il re degli dei si sottomise alla Morte, si sottomise per sempre al dio degli inferi.

Questa morte dio comandò al suo nuovo schiavo di morire. Il dio dell’inferno ordinò a Baal di scendere nelle viscere della terra, di scendere nella città del dio dei morti; così il dio degli inferi può mangiarlo come un agnello, schiacciarlo come un capretto nella sua bocca. E lì nell’inferno degli dei il sovrano degli inferi imprigionò Baal.

Drought
Siccità e carestia, la scia della morte
Fonte: Tomas Castelazo via Wikimedia Commons

La scia della Morte

Lo metterò nella tomba degli dei della terra, insieme alle sue nuvole, al suo vento, alla sua tempesta, alle sue piogge!

– Ciclo di Baal

Cosa vide il mondo dopo la morte di Baal Hadad? La siccità e la carestia arrivarono dopo la morte del dio delle nuvole e della pioggia. Quando il dio degli inferi prese Baal Hadad, nel mondo di sopra non rimase altro che una terra arida e priva di vegetazione. Le piante del campo sono scadute dalla scarsità di umidità, gli animali sono morti di fame e gli esseri umani sono stati sprecati, morendo nella siccità e nella sterilità che si sono attardati sulla scia del Mot il dio della morte. La terra aveva bisogno di Baal Hadad. Il mondo aveva bisogno del dio delle nuvole, del vento e della pioggia di nuovo vivo.

La fine della morte

Come il cuore di una vacca verso il suo vitello, come il cuore di una pecora verso il suo agnello, così è il cuore di Anath verso Baal.

– Ciclo di Baal

Anath era la sorella di Baal, e la feroce dea vergine della guerra venne in soccorso di suo fratello. Scendendo negli inferi, Anath incontrò il dio della morte faccia a faccia. La dea della guerra strappò la veste del dio all’inferno. La dea guerriera strappò i vestiti del dio dell’inferno. Anath chiese che il dio degli inferi restituisse suo fratello.

Ma il dio dei morti era provocatorio. Quindi, con la spada Anath tagliò la Morte. Con un forcone Anath vagliò la Morte. Anath bruciò la Morte e lo mise a terra nelle macine. Alla fine, in campo aperto Anath piantò ciò che rimaneva del dio dell’inferno.

Allo stesso modo in cui nessuna pianta cresce nel campo senza pioggia, nessuna Morte torna alla vita a meno che non ci sia pioggia. E non avrebbe piovuto a meno che il dio delle nuvole e della pioggia fosse vivo e libero. Se Baal fosse stato libero, avrebbe mandato la pioggia sulla terra. Se Baal fosse stato libero, il dio della fertilità avrebbe scacciato la siccità. Baal Hadad dovette vivere ancora una volta.

E lo ha fatto. Uscito dallo Sceol, Baal tornò.

Il dio delle nuvole e del tuono tornò con una vendetta. Quando il dio degli inferi era cresciuto, Baal afferrò il dio della morte, colpì Mavet sulla spalla, colpì la Morte con un bastone. Baal sconfisse il dio degli inferi, rimandando il dio della morte all’inferno.

La paura della morte

Il dio dell’inferno è orgoglioso. Il dio degli inferi è vendicativo. Baal pagherà per l’umiliazione della morte, il dio degli inferi ha giurato nella sua dimora nell’inferno.

Abbastanza sicuro, il dio della morte è tornato a prendere Baal dal suo trono sul Monte di Saphon e negli inferi ancora una volta.

Cosa ha impedito al dio degli inferi di riportare Baal all’inferno? Nessun altro se non El, il padre degli dei. Mavet aveva paura di Dio, paura che il Padre Onnipotente possa togliere il suo trono nello Sceol. Quindi, il dio della morte si inchinò ai desideri di Dio. La morte si inchinò al re degli dei, Baal Hadad, perché—

Il dio della morte ha paura. L’amato di El, l’Eroe, è spaventato.

– Ciclo Baal

Grim Reaper
Il Grim Reaper, la controparte occidentale del dio cananeo della morte
Fonte: Incry via Wikimedia Commons

La morte sta guardando

Anche se il dio dei morti, non riuscendo a governare il mondo, è tornato all’inferno a mani vuote, l’inferno dio continua a consumare le persone. I Cananei credono che il dio degli inferi mangia ogni anima, divora ogni essere sulla terra. Nel suo trono nello Sceol siede il dio della morte, mangiando, sgranocchiando ogni vita. I Cananei erano convinti che il dio degli inferi mangerà anche te, un giorno, in un giorno che forse non vedrai mai arrivare. Il dio dell’inferno ti divorerà come un agnello nella sua bocca. Il dio della morte ti schiaccerà come un bambino nella sua mascella. Fino ad allora, la morte sta guardando.

Carico ...

Caricamento …

Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.