I nitrati possono uccidere i pesci

Per chiunque sia nuovo a mantenere i pesci ci sono molte informazioni su come mantenere i pesci al sicuro dall’effetto dell’ammoniaca e dei nitriti nell’acqua. C’è meno scritto sugli effetti potenzialmente mortali dei nitrati nell’acquario.

Il nitrato è meno tossico per i pesci rispetto all’ammoniaca e ai nitriti, ma può ancora uccidere i pesci. Questo è meglio conosciuto come avvelenamento da nitrati e c’è anche shock nitrato.

Il nitrato è un composto inorganico composto da un atomo di azoto (N) e tre atomi di ossigeno (O); il simbolo chimico del nitrato è NO3.

I rifiuti digestivi dei pesci possono accumularsi in un serbatoio se non viene mantenuto e curato correttamente, filtri sporchi, cibo in decomposizione e materiale vegetale, eccesso di alimentazione e sovrasterzo del serbatoio, tutti contribuiscono ad aumentare la produzione di nitrati. Nel corso del tempo alti livelli di nitrato possono accumularsi che è un male per i pesci e le piante nel serbatoio.

Il risultato di un accumulo di nitrati è che i pesci sono più suscettibili alle malattie, riduce la loro capacità di riprodursi e può ridurre la loro crescita. Alti livelli di nitrato possono portare a infezioni batteriche e fungine come Fin-rot, Whitespot e altre malattie che sfruttano l’immunità abbassata.

Avvelenamento da nitrati

Ciò si verifica con livelli di nitrati gradualmente crescenti per un periodo di tempo. La manutenzione regolare del serbatoio impedirà che ciò accada.

Siamo molto chiari sull’accumulo di nitrati e sull’avvelenamento: se non si adottano misure per ridurre i nitrati, l’effetto può essere la morte dei pesci.

Non tutti i pesci reagiscono allo stesso modo ai nitrati, alcuni saranno influenzati da livelli fino a 20 mg/l, mentre altri non mostreranno sintomi fino a quando i livelli non avranno raggiunto 200 mg/l. I giovani pesci sono colpiti a livelli molto più bassi.

Nota: Lo standard federale per il nitrato nell’acqua potabile è 10 mg/l nitrato-N, o 50 mg/l nitrato-NO3, quando viene misurato l’ossigeno e l’azoto. Se non diversamente specificato, i livelli di nitrato di solito si riferiscono solo alla quantità di azoto presente, e lo standard usuale, quindi, è 10 mg/l. È necessario fare attenzione quando si aggiunge acqua al serbatoio che è adatto. Se volete maggiori informazioni sui limiti di acqua del rubinetto seguire questo link alla pagina EPA-Clicca qui.

La maggior parte degli acquariofili principianti userà l’acqua del rubinetto a meno che non sappiano che c’è un motivo per non usare la loro acqua del rubinetto, ad esempio l’approvvigionamento idrico comunale locale è noto per essere contaminato da alcune tossine. L’acqua del rubinetto di solito ha proprietà controllate e tende ad essere ragionevolmente chimicamente stabile. Prima di aggiungere acqua, testarlo per i nitrati in modo da sapere se i livelli sono insolitamente alti nella vostra fonte d’acqua. Se i nitrati sono superiori a 10 ppm, dovresti considerare altre fonti d’acqua prive di nitrati.

Shock nitrato

Lo shock si verifica quando i pesci sono esposti a un livello molto più alto di nitrato o quando i livelli di nitrato diminuiscono improvvisamente. Alcuni acquariofili dicono che un’improvvisa o rapida riduzione dei nitrati è altrettanto dannosa per i pesci quanto alti livelli di nitrati. Ma non tutti trovano che questo sia vero, tuttavia, ho bisogno di avvertirti che questo potrebbe essere un problema. Proprio come l’avvelenamento da nitrati, i giovani pesci immaturi e alcune specie, tra cui il Discus, sono più sensibili ai cambiamenti improvvisi nei livelli di nitrati.

Le alghe amano i nitrati

L’aumento dei livelli di nitrati favorisce la crescita delle alghe. Ciò può causare fioriture di alghe indesiderate in nuovi serbatoi. Sebbene le piante usino nitrati, se il livello di nitrato aumenta più velocemente di quanto le piante possano usarli, le piante possono diventare invase dalle alghe, causandone la morte.

Livelli target di nitrati

Più basso è il migliore. Livelli di nitrati sono generalmente bassi, naturalmente, in acqua dolce, soggetto a non essere contaminati con piante e animali, detriti, generalmente ben al di sotto di 5 mg/l. (5 ppm)

In acquari d’acqua dolce è consigliabile tenere i nitrati sotto i 25 mg/l e di certo non più di 50 mg/l.

acquario di acqua Salata sono diversi, alcuni esperti dicono che si può avere livelli leggermente superiori a 40 mg/l per i pesci, ma i coralli e altri invertebrati che ne soffrono. È meglio considerare 25 mg / l come limite superiore. Si prega di essere consapevoli del fatto che se si dispone di una vasca di barriera con invertebrati, si desidera mantenere il nitrato inferiore a 5 mg/l per la loro buona salute.

Se si allevano pesci o si soffre di crescita di alghe, è necessario mantenere i nitrati al di sotto di 10 mg/l. (10 ppm).

Passi per ridurre i nitrati

Quando ti rendi conto che il livello di nitrato del serbatoio è troppo alto, devi stabilire la causa effettiva.

Domande da porsi;

  • Il tuo carro armato è sovraccarico?
  • Hai tenuto il passo con i tuoi cambi d’acqua parziali?
  • Hai pulito i rifiuti dalla ghiaia?
  • Hai finito di nutrirti?

Se non hai mantenuto correttamente il tuo serbatoio, alcuni passaggi possono facilmente riprenderti il controllo. A partire cambiando i problemi di cui sopra.

  • Cambi d’acqua-I cambi d’acqua regolari con acqua che ha pochi o nessun nitrato abbasseranno il livello complessivo di nitrato nel serbatoio.
  • Mantenere pulito il serbatoio-I serbatoi più puliti producono meno nitrati.
  • Non sovralimentare il pesce – Questo è un contributo significativo ai nitrati in eccesso.

Tuttavia, se hai curato il tuo serbatoio con una buona manutenzione e l’allevamento del serbatoio, il livello di nitrati nel serbatoio non può mai essere realisticamente inferiore a quello dell’acqua che hai inserito per iniziare.

Se l’acqua del rubinetto era ad alto contenuto di nitrati, è necessario trattarla prima di utilizzarla e adottare ulteriori misure per l’acqua già presente nel serbatoio.

  • Aggiungere più piante – queste consumeranno più dell’ammoniaca prodotta dal pesce prima che venga convertita in nitrato può portare a cambiamenti drammatici. Le piante galleggianti come la lenticchia d’acqua sono buone.
  • Utilizzare azoto rimozione filtro media-Invece di un costoso o filtri speciali, (filtri convenzionali non porto i batteri che rimuovono i nitrati) utilizzare supporti speciali nel filtro che avete. Le spugne assorbenti nitrati possono essere utilizzate nel filtro, ma devono essere regolarmente sostituite man mano che si esauriscono. Utilizzato con altri metodi il risultato netto sarà meno nitrati a livelli che si desidera mantenere.
  • Filtri Canister – questi possono essere utilizzati in quanto hanno un meccanismo di filtrazione biologica e hanno il vantaggio di non dover essere regolarmente sostituiti o ricaricati.
  • Additivi liquidi-ce ne sono molti, contengono piccole perle impregnate di batteri che mangiano nitrati. Poiché questi batteri sono tipicamente anaerobici nella loro azione, la loro vita è limitata e il trattamento deve essere ripetuto settimanalmente. È un trattamento molto semplice da usare in quanto viene aggiunto direttamente nel serbatoio, ma c’è un costo continuo di trattamento regolare.

L’acqua deve essere testata settimanalmente utilizzando un test del nitrato dell’acquario per monitorare il livello. Come semplice regola generale, il livello deve essere mantenuto il più basso possibile: sempre al di sotto di 40 mg / l e preferibilmente al di sotto di 20 mg / l.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.