Misophobia: così la gente si fa prendere dal panico per la sporcizia

La Misophobia è una condizione mentale in cui si sperimenta una paura irrazionale e assoluta della sporcizia, la persona teme i batteri e la possibilità di essere infettata.

Fu catalogato per la prima volta nel 1879 da William A. Hammond, un medico e neurologo militare americano, durante la guerra civile americana. Nel punto più critico, coloro che soffrono di misofobia sono venuti a isolarsi completamente dal mondo per paura della contaminazione.

I malati sono terrorizzati dagli odori corporei e dalle escrezioni e persino dagli ambienti con potenziali fonti di infezione, germi e sporcizia in generale.

Sintomi di misofobia

  • Tensione considerevole attorno a potenziali fonti di contaminazione.
  • Nausea o perdita di equilibrio.
  • Difficoltà respiratorie e senso di oppressione toracica.
  • Paura di perdere il controllo.
  • Intorpidimento delle estremità.
  • Brividi e soffocamento.
  • Aumento della frequenza cardiaca.

Il trattamento per la misofobia è un processo lungo, gestito con un terapeuta cognitivo-comportamentale, per comprendere l’origine della paura della sporcizia. La meditazione e l’ipnosi sono anche raccomandate, che sono efficaci per alcuni casi. F)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.