‘Mr. CIAA’ per essere inserito nella Hall of Fame-Il Suffolk News-Herald / Il Suffolk News-Herald

Mr. CIAA, Abraham Mitchell, è impostato per essere inserito nella Central Intercollegiate Athletic Association nel mese di febbraio. Mickey Burhim, a sinistra, presidente della Bowie State University e presidente del consiglio di amministrazione CIAA, e Peggy Davis, a destra, commissario ad interim della CIAA.

Sig. CIAA, Abraham Mitchell, è impostato per essere inserito nella Central Intercollegiate Athletic Association nel mese di febbraio. Mickey Burhim, a sinistra, presidente della Bowie State University e presidente del consiglio di amministrazione CIAA, e Peggy Davis, a destra, commissario ad interim della CIAA.

Abraham Mitchell di Suffolk sta già pensando a quali fili alla moda indosserà a febbraio. 26.

Questo è il giorno in cui viene inserito nel John B. McLendon Jr. Hall of Fame della Central Intercollegiate Athletic Association durante il torneo di basket maschile annuale dell’associazione.

“È stato davvero emozionante”, ha detto Mitchell. “Sono quasi andato in shock.”

È un bel risultato per qualcuno che non ha mai giocato a sport universitari e non ha nemmeno frequentato una scuola membro CIAA.

Ma è forse una delle figure più note negli sport CIAA a causa della sua tradizione di frequentare le partite di basket, in particolare il torneo, e di indossare abiti sgargianti nei colori di ogni scuola.

“Non mi schiero”, disse Mitchell. “Non fa alcuna differenza chi vince la partita. Sono per entrambe le squadre. Lo faccio solo per il divertimento e l’eccitazione.”

Abraham Mitchell, a sinistra, è impostato per essere inserito nella John B. McLendon Jr. Hall of Fame della Central Intercollegiate Athletic Association nel mese di febbraio. Suo nipote, Peter Mitchell, giusto, ha ottenuto suo zio nel sostenere CIAA sports quando ha giocato a basket del college.

Abraham Mitchell, a sinistra, è impostato per essere inserito nel John B. McLendon Jr. Hall of Fame della Central Intercollegiate Athletic Association nel mese di febbraio. Suo nipote, Peter Mitchell, giusto, ha ottenuto suo zio nel sostenere CIAA sports quando ha giocato a basket del college.

Mitchell ha iniziato la tradizione nel 1970, quando suo nipote stava frequentando e giocando a basket alla Norfolk State University, che era allora una scuola membro CIAA.

“È affascinante solo sapere che li stanno onorando”, ha detto quel nipote, Peter Mitchell. “È così sorprendente vedere questo accadere. Non sapevo che mio zio sarebbe stato il signor CIAA.”

La tradizionale routine di gioco di Mitchell presenta i colori di una scuola nel gioco durante il primo tempo. Lavora la folla, scattare foto con i fan giovani e meno giovani. Se ha abbastanza tempo, potrebbe trasformarsi in un vestito diverso fino all’intervallo, a quel punto si trasforma nei colori dell’altra scuola e lavora di nuovo la folla.

“Al torneo, porto giù la casa”, ha detto.

Mitchell è anche uno dei preferiti della folla durante le sfilate locali, cambiando vestiti in un’auto con i finestrini oscurati ed emergendo in un vestito completamente nuovo ogni isolato tra gli applausi della folla.

Per la sua istruzione, Mitchell ha frequentato il Maryland State College, ora noto come University of Maryland Eastern Shore, dopo essersi diplomato alla Booker T. Washington High School. Non faceva sport lì, però.

Ha continuato a servire nell’esercito degli Stati Uniti, di stanza a Fort Monroe per circa due anni. Ha anche lavorato presso la Naval Air Station e come autista. Attualmente lavora part-time a Crocker Funeral Home.

Ma non ha mai lasciato andare la sua tradizione di torneo, e lo sta servendo bene.

Mitchell sarà uno dei 10 introdotti nella CIAA Hall of Fame a febbraio, insieme a un allenatore, due amministratori e sei studenti-atleti. Si uniranno a un prestigioso gruppo di 264 che sono stati inseriti dalla prima classe nel 1967.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.