MS pazienti a maggior rischio di cancro, nuovo studio suggerisce

giugno 30, 2019

dall’Accademia Europea di Neurologia

Nuovi risultati di 65 anni di studio di follow-up di circa 7.000 norvegese pazienti con Sclerosi Multipla (MS) suggeriscono che i pazienti possono avere un maggior rischio complessivo di sviluppare il cancro rispetto alla popolazione generale, con un rischio particolarmente elevato di cancro dell’apparato respiratorio organi, gli organi dell’apparato urinario e del sistema nervoso centrale.

Presentato oggi al 5 ° Congresso dell’Accademia Europea di Neurologia (EAN) a Oslo, in Norvegia, lo studio norvegese ha anche indicato un aumento del rischio di sviluppare tumori ematologici nei fratelli non-SM dei pazienti con SM, rispetto sia ai pazienti con SM che alla popolazione generale.

Rischio di cancro tra i pazienti con SM rispetto alla popolazione non-SM:

  • Cancro respiratorio: 66% aumento del rischio
  • Sistema nervoso centrale (SNC): 52% aumento del rischio
  • Cancro urinario: 51% aumento del rischio
  • Cancro globale: aumento del rischio del 14%

Questa analisi a lungo termine è stata basata su dati di pazienti di 6.883 pazienti con SM nati tra il 1930 e il 1979, che sono stati registrati con vari registri norvegesi di SM e cancro e studi sulla prevalenza dalla Norvegia. L’analisi ha incluso anche i dati di 8.918 fratelli senza SM e 37.919 individui non SM.

“Questo studio è il primo a confrontare il rischio di cancro nella SM con i fratelli non affetti di pazienti affetti da SM. La valutazione del rischio tra questi due gruppi è estremamente interessante perché condividono la stessa genetica e le stesse condizioni ambientali”, ha osservato il Dott. Nina Grytten, ricercatrice principale dello studio, dell’Ospedale universitario di Haukeland, Bergen, che ha presentato i risultati al congresso EAN.

“Precedenti studi clinici sul rischio di cancro nei pazienti con SM in vari paesi hanno mostrato risultati incoerenti, quindi sono necessarie ulteriori ricerche per contribuire a migliorare la nostra comprensione in questo settore”, ha dichiarato il Dr. Grytten. “Questa ricerca delinea la necessità di una maggiore consapevolezza del rischio di cancro tra i pazienti con SM, che dovrebbe portare a una diagnosi del cancro abbreviata e una terapia più efficace al fine di migliorare i risultati e la sopravvivenza.”

“Ulteriori ricerche potrebbero anche identificare le possibili connessioni tra cancro ematologico e SM e nuovi modi in cui potremmo gestire queste condizioni”, ha aggiunto.

La sclerosi multipla è una malattia permanente che colpisce il sistema nervoso centrale, in particolare il cervello, il midollo spinale e i nervi ottici. Può portare a una vasta gamma di sintomi, inclusi problemi di visione, movimento del braccio o della gamba, sensazione o equilibrio. La SM è una delle cause più comuni di disabilità negli adulti più giovani e le persone con SM hanno in media una longevità inferiore di 7 anni.

Il tumore ematologico è un tipo di tumore del sangue che comprende mieloma, linfoma e leucemia. Esistono molti tipi diversi di tumori ematologici, che possono influenzare il sangue, il midollo osseo e i linfonodi nel corpo. Secondo il Dr. Grytten, i risultati dell’indagine potrebbero suggerire che la SM e il cancro ematologico potrebbero condividere un’eziologia comune, che può essere importante per il futuro trattamento della SM e la prevenzione di entrambe le malattie.

Maggiori informazioni: Rischio di cancro nei pazienti affetti da sclerosi multipla, fratelli e sorelle, e controlli sani: uno studio prospettico di coorte longitudinale, presentato al 5 ° Congresso dell’Accademia Europea di Neurologia (EAN) a Oslo, in Norvegia.

Fornito dall’Accademia Europea di Neurologia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.