Recensione: ‘Afterglow’ da Mike Mattison di Tedeschi Trucks Band

Mike Mattison, Afterglow, recensione dell'album, Rock e Blues Muse

Da Mike O”Cull

Grammy Award-winning cantautore, chitarrista e membro dei Tedeschi Trucks Band, Mike Mattison passi in proprio con il suo secondo album solista di Bagliore, che caduto il 20 Marzo 2020 sulla Frana di Record. È un solido insieme di americana informato da influenze blues e rock che ti farà ascoltare ogni secondo della sua lunghezza di dieci canzoni. Mattison ha un approccio eclettico al suo materiale e le sue ispirazioni sovrapposte rendono Afterglow una delle uscite più silenziose dell’anno. Il suo stile è invitante e individuale e cattura la vostra attenzione fin dai primi momenti del disco.

Mattison ha co-prodotto Afterglow con il collega membro dei TTB Tyler “Falcon” Greenwell, che è anche il batterista dell’album. Altri musicisti su queste tracce includono Dave Yoke (chitarre), Franher Joseph (basso), il defunto Kofi Burbridge (tastiere), Paul Olsen (chitarre) e Rachel Eckworth (tastiere). Prima di essere un membro dei TTB, Mattison era il cantante con la band Derek Trucks. È anche il 50% del duo blues Scrapomatic con sede ad Atlanta, che sarà in viaggio questa primavera come “Scrapomatic con Mike Mattison.”Mattison è in possesso di una voce forte ed espressiva che ben si adatta alla musica blues e roots e i suoi testi sono saggi e letterati. È un talento multidimensionale che aumenta la potenza di qualsiasi situazione in cui è coinvolto.

Afterglow si apre con il lunatico “Charlie Idaho”, una canzone mid-tempo potenziata dal tremolo con un’intensità bollente che imposta un tono contemplativo per il resto di queste sessioni a seguire. Mattison praticamente sussurra le parole nelle cuffie e lascia che la forza della canzone si porti da sola. La title track, “Afterglow”, è la prossima e solleva il livello di energia con un’atmosfera country vecchia scuola, un coro memorabile e un lavoro di chitarra dolce e sobrio. Questo è un paese alternativo nel modo in cui è pensato per essere e vibes come una versione più fluida degli anni ‘ 80 underground roots warriors The Gear Daddies, che, come Mattison, sono nativi del Minnesota.

“Deadbeat” è un’altra pietra preziosa alt-country che racconta una storia di tempi difficili su qualcuno “prendendo tutte le droghe che posso.”Fa una colonna sonora perfetta per Winter in the upper Midwest e Mattison strizza ogni ultimo pezzo di angoscia dai suoi testi. Ha la rara capacità di fare tutto ciò che canta venire attraverso come genuino e vero e trabocca qui con il tipo di emozione che mantiene la gente prestando attenzione.

“All You Can Do Is Mean It” è un heartbreaker Beatle-esque su qualcuno che non si pente di dare il suo meglio onesto a un altro che lo ha abbattuto. È dotato di un bel gancio per chitarra nell’intro e accentua il lato più morbido dei talenti vocali di Mattison. Un paio di canzoni nel disco, si inizia a rendersi conto quanto sia buono di un cantautore Mattison è. Esibisce un alto livello di abilità e continua a rimescolare il mazzo limitato di carte su cui Americana è costruita in melodie straordinariamente fresche e significative.

“On Pontchartrain” è un country/rocker con una forte linea di basso e una storia di nostalgia di casa da raccontare. Si inclina un po ‘ al lato morbido ma è ancora grintoso ed efficace. Mattison non si trasforma mai in cow punk e questo piccolo po ‘ di moderazione consente a tutta la forza dei suoi testi e del tono vocale di portare avanti la giornata. Non sembra in grado di scrivere una brutta canzone e offre la naturale brillantezza che tutti i cantautori perseguono in un modo che sembra senza sforzo. Assicurati di ascoltare fino alla fine del disco in modo da non perdere tagli profondi come “I Was Wrong” e “I’ve Got Something For You.”Mike Mattison è uno dei cantautori più sottili e sorprendenti attualmente al lavoro e la sua musica da solista è buona come si arriva. Coloro che scavano nel Bagliore e ascoltano attentamente saranno ampiamente ricompensati. Sii uno di loro.

Mike Mattison Online

Sito web

Collegamento ordine

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.