Sicurezza Argomento / Articolo:

Il piercing rituale o decorativo è estremamente popolare come forma di auto-espressione. Diversi tipi di materiali sono utilizzati per realizzare gioielli penetranti dermici o corporei tra cui metalli ferromagnetici e non ferromagnetici, nonché materiali non metallici. La presenza di monili penetranti del corpo che è fatto da materiale ferromagnetico o conduttivo può presentare un problema per un paziente di cui per una risonanza magnetica (MR) procedura o un individuo in ambiente MR.

I rischi includono sensazioni di disagio da movimento o spostamento che possono essere da lievi a moderate a seconda del sito del piercing e delle qualità ferromagnetiche dei gioielli (ad esempio, massa, grado di suscettibilità magnetica, ecc.). In casi estremi, possono verificarsi lesioni.
Per i monili penetranti del corpo fatti dal materiale elettricamente conduttore, c’è una possibilità di riscaldamento MRI-relativo che potrebbe causare gli aumenti eccessivi della temperatura se i monili sono situati nell’area della rf trasmessa, tuttavia, il rischio di riscaldamento eccessivo dei monili penetranti del corpo è relativamente basso considerando la dimensione e la forma della maggior parte degli oggetti

A causa di potenziali problemi di sicurezza, metallic body piercing gioielli deve essere rimosso prima di entrare nel MR ambiente. Tuttavia, i pazienti o gli individui con piercing sono spesso riluttanti a rimuovere i loro gioielli. Pertanto, se non è possibile rimuovere i gioielli metallici per piercing, il paziente o l’individuo devono essere informati sui potenziali rischi.

Se il corpo piercing gioielli è fatto da materiale ferromagnetico (un potente palmare magnetico può essere utilizzato per testare i gioielli), alcuni mezzi di stabilizzazione (ad esempio, applicazione di nastro adesivo o benda) deve essere utilizzato per prevenire il movimento o lo spostamento dell’oggetto.

Prima dell’esame MRI, il paziente deve essere istruito a informare immediatamente il tecnico/radiografo MRI se il riscaldamento o altre sensazioni insolite si verificano in associazione con i gioielli piercing.

Secondo Muensterer (2004), anche la rimozione temporanea o a breve termine di gioielli piercing può portare alla chiusura del tratto sottocutaneo. Pertanto, può essere indicata la sostituzione temporanea con un distanziatore non metallico. Questo può essere ottenuto utilizzando la seguente procedura, come è stato applicato ai gioielli piercing ombelicale: (1) Disinfettare l’area piercing e ombelicale con alcool isopropilico al 70%, (2) Aprire i gioielli piercing rimuovendo il tallone dalla barra, (3) Posizionare la punta di un catetere endovenoso aderente (calibro 14 o 16, senza l’ago) sulla punta filettata della barra, (4) Far avanzare il catetere endovenoso caudalmente, spingendo il piercing fuori dal tratto cutaneo e (5) Rimuovere i gioielli e lasciare il catetere endovenoso nel tratto cutaneo sottocutaneo come distanziatore. Dopo l’intervento (o l’esame MRI), reinserito i gioielli piercing ombelicale seguendo i passaggi descritti al contrario. I gioielli piercing situati in altre aree del corpo possono essere sostituiti per gli esami MR allo stesso modo, con piccole modifiche. Naturalmente, la procedura di cui sopra deve essere eseguita solo sotto la guida e la direzione di un medico.

Armstrong ML, Elkins L. Body art e risonanza magnetica. Am J Nurs 2005;105: 65-6.

Deboer S, Seaver M, Angel E, Armstrong M. Puncturing miti su piercing e tatuaggi. Infermieristica 2008; 38:50-54.

Laumann AE, Derick AJ. Tatuaggi e piercing negli Stati Uniti: un set di dati nazionale. J Am Acad Dermatol 2006;55: 413-21.

Muensterer GU. Rimozione temporanea di gioielli piercing all’ombelico per studi di chirurgia e imaging. Pediatria 2004;114:e384-6.

Shellock FG. MR sicurezza e monili penetranti del corpo. Signals, No. 45, Issue 2, pp. 7, 2003.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.